Il governissimo ha miseramente fallito. Si liberi la città dalle maglie di questa inerzia e inettitudine.

0

Caos totale nel governissimo a Matera. Il consiglio comunale del 15 dicembre è stato praticamente inutile; dei cinque punti all’ordine del giorno ben quattro sono stati rinviati per ulteriori approfondimenti richiesti dalla stessa maggioranza che governa la città. Ci sarebbe da chiedersi se la governa realmente.

Ricordiamo le parole utilizzate per giustificare l’ammucchiata che attualmente guida la città: “responsabilità”, “punti programmatici”, tanto per citarne alcune, ma quali sarebbero i punti programmatici sui quali è stato fondato il governissimo se puntualmente in ogni consiglio, come nelle commissioni, i provvedimenti vengono votati da un numero di consiglieri sempre più ridotto.

E’ passato ormai un  anno dall’approvazione degli indirizzi del nuovo bando per la gestione dei rifiuti ma tutto ancora tace, per non parlare della promozione turistica, della mobilità cittadina e soprattutto dello stato di immobilismo totale su Matera 2019.

La totale mancanza di programmazione e condivisione di obiettivi sta portando Matera ad un grave affossamento e ad un sicuro fallimento sia per le questioni ordinarie ma soprattutto per quel percorso di avvicinamento al 2019 che sarebbe dovuto essere straordinario perché irripetibile;  nonostante ciò la giunta, in pieno spirito natalizio, ha deliberato di destinare al personale dell’Ufficio di Staff del Sindaco, una somma netta di quasi 24mila euro, “in funzione del grado di apporto individuale all’effettivo conseguimento degli obiettivi di performance organizzativa ai quali l’incremento è correlato, come risultante dalla relazione sulla performance nonché dalle schede di valutazione dei partecipanti”.

L’atto finale di un consiglio nel quale praticamente non si è votato nulla, se non uno solo dei 5 punti all’ordine del giorno, è stato la tragicommedia sulle modifiche da apportare allo statuto della Fondazione Matera-Basilicata2019: 15 voti favorevoli alla proposta di rinvio, con il Partito Democratico che si è astenuto dalla votazione in palese dissenso verso la proposta stessa e naturalmente in dissenso con la sua stessa maggioranza! Una Fondazione Matera-Basilicata 2019 che con sempre più ingerenza sembra voglia gestire i luoghi culturali principali della città, come il Palazzo dell’Annunziata sede storica della Biblioteca cittadina, su cui si moltiplicano a ritmo frenetico gli appetiti e le bramosie.

Oramai di fronte a tutto questo, l’unica soluzione logica è staccare la spina al governissimo che ha miseramente fallito e, in vista delle prossime elezioni previste in primavera, dare la possibilità ai cittadini materani di scegliere chi dovrà accompagnare la città per l’importante momento storico che sarà il 2019 e oltre.

Antonio Materdomini

Movimento 5 stelle Matera.

 

Share.

About Author

Leave A Reply